Course info

Course Overview


Immaginate di essere stati i primi ad avere un telefono. Avreste potuto esserne fieri, ma non vi sarebbe servito a nulla. Nessuno da chiamare, nessuno che vi chiamasse.

Ogni nuovo utente della rete telefonica ha aggiunto valore al vostro telefono. Si chiama effetto rete e produce esternalità positive: le azioni di ognuno aumentano il valore che la rete ha per tutti gli altri.

Ora Internet è diventata "La Rete" e la digitalizzazione ha fatto convergere su Internet praticamente ogni forma di comunicazione. Ma non è solo questo, Internet è una rete in grado di ospitare un numero illimitato di applicazioni e servizi che scaturiscono ogni giorno dalla fantasia di chiunque. In questo scenario, l’effetto rete ha raggiunto proporzioni difficili da quantificare e corre alla velocità della legge esponenziale che governa ogni aspetto dell’elettronica, dell’informatica e delle comunicazioni.

Le piattaforme digitali fanno proprio questo: mettono in relazione le persone per generare valore e utilità. La sharing economy, il crowd sourcing, la app economy, e persino le smart city, la smart mobility e l’intelligenza collettiva non sono altro che manifestazioni degli effetti delle piattaforme digitali.

Una piattaforma digitale usa i dati aperti le infrastrutture esistenti (Internet, gli smartphone in mano agli utenti, il cloud computing) per metterci in condizione di generare valore, per noi stessi e per la collettività. E’ proprio questo il punto: quando le piattaforme digitali funzionano si autosostengono perchè fanno coincidere gli interessi dei singoli con quelli collettivi.

In questo corso analizzeremo ogni aspetto delle piattaforme digitali per la gestione del territorio: partendo dal territorio stesso, dalle persone, dai processi e dai dati. Studieremo le tecnologie abilitanti e vedremo come sfruttare le piattaforme esistenti per fare innovazione sul territorio.

Si tratta di un corso teorico pratico, nel corso del quale ogni studente sarà chiamato ad ideare e a realizzare un servizio prototipale che concorra a risolvere un’esigenza di gestione territoriale. Il corso è offerto dall’Università di Urbino nell’ambito del corso di laurea in Informatica Applicata, ma viene reso fruibile online anche in modalità aperta e gratuita.


Learning Objectives

Il Corso ha lo scopo di fornire la conoscenza teorica e pratica delle tecnologie abilitanti per la gestione digitale del territorio in contesti urbani e extra urbani, comprendendo le problematiche ad esse connesse, i criteri da adottare nella ricerca di soluzioni, e le opportunità offerte dalle piattaforme digitali.

Outcomes

I partecipanti acquisiranno la padronanza delle conoscenze relative al ruolo, al funzionamento e all'integrazione degli elementi essenziali che compongono una piattaforma digitale per la gestione del territorio.

I partecipanti saranno chiamati a dimostrare la capacità di utilizzare le conoscenze e i concetti acquisiti per analizzare criticamente i contesti applicativi, per individuare le soluzioni più efficienti ed efficaci, e per realizzare prototipi e dimostratori di applicazioni e servizi innovativi.

Certification and Additional Info

Tutti i partecipanti riceveranno attestati di partecipazione.

Gli studenti regolarmente iscritti al Corso di Laurea in Informatica Applicata dell'Università di Urbino che hanno previsto l'insegnamento nel proprio piano degli studi saranno chiamati a sostenere l'esame per l'acquisizione di 6CFU.

Course Structure

  • Lesson 1 - Introduzione
  • Lesson 2 - Elementi fondamentali
  • Lesson 3 - Funzionalità
  • Lesson 4 - Infrastrutture e tecnologie abilitanti
  • Lesson 5 - Progetto - Ideazione e sviluppo di un prototipo
  • Lesson 6 - Apertura e condivisione

Teacher

Alessandro Bogliolo


Alessandro Bogliolo is the coordinator of the School of Information Science and Technology at the University of Urbino, Italy, where he teaches Computer architecture and Digital platforms for land management.
His research interests include wireless sensor networks, crowd sensing, collective intelligence, and ultra-low power computing.
Since 2013 he has been actively promoting the diffusion of computational thinking skills, serving as Europe Code Week Ambassador, founding Code's Cool, and developing DIY unplugged games (Cody Roby). In 2015 he coordinated Europe Code Week. 
Alessandro Bogliolo is also serving as e-skills for jobs ambassador.

Coauthor

Andrea Seraghiti


Coauthor

Saverio Delpriori

Saverio Delpriori è un dottorando in Scienze della Complessità presso l'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo". Presso lo stesso ateneo ha conseguito la laurea triennale in Informatica Applicata mentre ha ottenuto la laurea magistrale in Informatica a Pisa. 


I suoi interessi di ricerca riguardano le wireless sensor networks, i big data, l'analisi delle reti sociali e l'ubiquitous computing. Porta anvanti anche alcune iniziative di educazione scientifica per bambini fino agli 11 anni.

Coauthor

Lorenz Cuno Klopfenstein

Ha conseguito il dottorato in Scienze della Complessità presso l'Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Si interessa di architettura software, programmazione full-stack e user experience. Tra i suoi tratti meno lusinghieri: predilige gli spazi alla tabulazione.